L'alba cinta (Giovanni Girolamo Kapsperger)

From ChoralWiki
Jump to: navigation, search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
Icon_pdf.gif Pdf
Icon_snd.gif Midi
MusicXML.png MusicXML
Finale.png Finale
File details.gif File details
Question.gif Help
  • (Posted 2012-12-30)   CPDL #27406:        (Finale 2008)
Editor: André Vierendeels (submitted 2012-10-20).   Score information: A4, 2 pages, 26 kB   Copyright: CPDL
Edition notes: MusicXML source file is in compressed .mxl format.

General Information

Title: L'alba cinto
Composer: Giovanni Girolamo Kapsperger

Number of voices: 2vv   Voicing: SS
Genre: SecularLute song

Language: Italian
Instruments: Basso continuo

First published: 1623 in Libro quarto di villanelle, no. 18

Description:

External websites:

Original text and translations

Italian.png Italian text

L'alba cinta di fiori,
suo ciel un di' lascio,
ei non fallaci Amori,
pieto n'insegno.
Pomposa di se
Fernando il bel pie,
d'uman'oggetto miro beltà
che via sen va.

Da sue luce dimine,
non vitte in terra più,
verso rugiad'e brine.
Volt'i begl'occh'in giù.
E'l giel che frillo,
l'erbette in fiammo,
e su le frondi
ch'in umidi rosa fiori.

Febo sorgendo intanto,
sue lagrime asciugo,
poi disse, il largo pianto
che di anz'il cor verso,
gran fede farà
ch'el ciel ha pietà
d'un bel fugace
che bel non e,
prino di fe.

Mentre luscio d'argento,
apro al nascente di piango
che in un momento,
beltà che m'invaghi.
L'inguente vedrò
cio detto volo
la dove forza morte non ha,
temp'o l’età